IpoacusiaUditoL’elisir di lunga vita? Combattere la presbiacusia! - Buonascolto | Centro Acustico Padova

20 Marzo 2018

Con il sopraggiungere dell’età è più probabile andare incontro a disturbi come il diabete, la presbiacusia, il calo della vista o avere problemi alle ossa. Un “diverso comportamento” del corpo e delle risposte diverse agli stimoli provenienti dall’esterno, sono da considerarsi normali conseguenze dell’avanzare dell’età, fatto per cui si va incontro, generalmente, a un peggioramento delle condizioni di salute. Tanti disturbi contro i quali è bene prendere provvedimenti, come nel caso della presbiacusia, ossia l’ipoacusia legata alla vecchiaia, fattore scatenante di diversi problemi per la salute dell’anziano.

Cos’è la presbiacusia?

La presbiacusia è il calo della sensibilità uditiva dovuta a diversi fattori:

  • Degenerazione dell’organo di Corti;
  • Degenerazione delle cellule del ganglio spirale;
  • Problemi legati alla coclea, in particolar modo alla stria vascularis;
  • Irrigidimento della membrana basilare della coclea.

È un tipo di ipoacusia irreversibile e permanente poiché i danni da cui è causata sono irreparabili a meno di ricorrere a dei dispositivi esterni, come gli apparecchi acustici. Solitamente, data la sua origine nel condotto uditivo interno, la presbiacusia si accompagna all’acufene o alle vertigini. Per non deteriorare ulteriormente la capacità di ascolto è consigliabile usare quanto prima dei dispositivi uditivi in grado di arginare il problema di udito.

Non curare la presbiacusia abbrevia le aspettative di vita?

Non è propriamente la presbiacusia a costituire un problema di per sé quanto le conseguenze che di solito comporta. Le difficoltà nel sentire e nel comunicare senza stress e senza disturbi o interruzioni dovute al sentirci poco e male, solitamente si traducono nell’anziano in atteggiamenti che tendono alla solitudine e alla depressione. Due conseguenze che incidono pesantemente sullo stato di salute e sull’aspettativa di vita. Uno studio dell’Università di Chicago ha dimostrato che più delle malattie croniche, i mali letali per le persone anziane hanno a che fare con la qualità della vita. Attività fisica, vita sociale, capacità di movimento e di autonomia, la salute mentale così come quella dei cinque sensi sono questi gli ingredienti dell’elisir di lunga vita per chi è avanti con gli anni. Prevenire e curare l’ipoacusia nella terza età può essere più prezioso di quanto si possa immaginare.

Tratto da Specialisti dell’Udito

http://www.centrobuonascolto.it/wp-content/uploads/2018/03/logo1.png
Buonascolto

Con Buonascolto puoi ritrovare il piacere di sentire. Il nostro staff ti supporterà durante il tuo percorso di riabilitazione uditiva per aiutarti a riscoprire i suoni di ogni giorno.
Siamo pronti a rispondere a tutte le tue esigenze uditive, offrendoti i nostri prodotti e servizi con attenzione e professionalità.

© 2018 – Centro Acustico Buonascolto | P.IVA 05098870289 | Powered by Udibox | Consulenza Tecnica Specialisti dell’udito